LISANNA E LA SORDITA’ CHE LA RENDE PIU’ RICCA

Sul Corriere ho raccontato la storia di Lisanna, una ragazza di 26 anni, sorda dalla nascita, che sta per prendere alla Gallaudet University di Washington la laurea per insegnare a comunicare ai bambini che sono come lei da piccola. La Gallaudet è l’unico ateneo al mondo bilingue: inglese e lingua dei segni americana. Lisanna Grosso ha potuto frequentarlo grazie alla borsa di studio finanziata dall’associazione bambini sordi e sordociechi, la Cabss, fondata da Roberto Wirth, sede a Roma. Le candidature alla borsa del prossimo anno accademico verranno accettate fino al 28 febbraio. La domanda è scaricabile dal sito www.fullbright.it, l’associazione per gli scambi Italia-Usa. Tengo moltissimo a questa iniziativa. Attraverso Stefania Fadda, direttore scientifico dell’istituto per sordi (via Nomentana, Roma) ho avuto modo di avvicinarmi a questo mondo. Ho capito che si può uscire dall’isolamento dovuto alla mancanza di udito. E’ però fondamentale avviare presto i bambini verso un percorso di riabilitazione, l’età chiave è 0-6 anni. Dopo può essere tardi. Cabss segue 35 bambini all’anno che arrivano da tutta Italia. Altrove c’é molto poco per il loro recupero. Diffondete la notizia dell’esistenza della borsa di studio, aperta a candidati sordi e sordastri. Lisanna ha coronato il suo sogno, concepito quando a tre anni le venne accostato all’asilo Daniele Chiri, conosciuto per essere stato il primo a specializzarsi nella sordità. Decise allora che avrebbe fatto come lui. Quando tornerà dagli Usa aprirà un centro per sordi.

Margherita De Bac

Print Friendly, PDF & Email
©2012, MediArt S.r.l.